Effettivamente dal primo stupendo corso Seo che ho fatto sono passati diversi anni, e non avrei mai immaginato che questo mi avrebbe segnato la vita così profondamente. In effetti non sono nuovo e reinventarmi anzi, forse questa è la mia caratteristica migliore, non mollo mai e se serve ricomincio e ritento.

Ma innamorarmi così tanto di un aspetto tecnico e di un modo di intendere il web, beh non me lo sarei mai aspettato da me. E stato un bel percorso questo tempo trascorso, non ho mai smesso di crederci , anzi a dire la verità ci credo sempre di più, e forse per questo che sento sia arrivato il momento di tentare la via del freelance, di fare “da me”. C’è davvero molto da fare, e sopratutto c’è tanta ignoranza nel settore, vedo e sento cose assurde di gente che promette o che garantisce e che sopratutto spilla soldi a poveri ignari imprenditori che si ritrovano di lì a poco nella migliore delle ipotesi con un pugno di mosche, nella peggiore non un miglioramento ma se possibile pure una penalità.

Oggi molta gente ti chiama, ti garantisce la prima posizione, un posizionamento naturale un aumento del fatturato e bla bla bla..Poi quando passa un pò di tempo inizia a spostare l’obiettivo, iniziano le prime scuse; ” e ma le foto sono da rifare”..”i testi sono brutti”…” e la concorrenza si è fatta più agguerrita” e così via dicendo. Magari dicendo pure delle verità ma che sarebbero dovute venire fuori subito ad una prima analisi facendo anche la conta di quanto sarebbe costato.

La realtà è che bisogna essere bravi, coraggiosi e bisogna iniziare a dire le cose come stanno, l’azienda deve avere un quadro preciso e puntuale della situazione del suo mercato, premesso che il commercio del futuro passa tutto per internet, non è detto che questo sia il momento ideale per tutti ma sopratutto non è detto che l’imprenditore sia adatto a questo stravolgimento. 

In effetti va considerato anche questo, l’imprenditore che vuole intraprendere la via del web, ha capito con esattezza in cosa va in contro ?

Se è vero che ci sono personaggi di discutibile professionalità è vero anche che ci sono imprenditori che pensano che il web sia un eldorado inesplorato di poveri ignoranti che aspettano il furbo geniaccio del momento…e senza manco dirlo;

NON E’ COSI !!

Bisogna capire che un buon progetto, e per buono intendo che sia anche remunerativo nel tempo, è un progetto non inventato sul momento, ma analizzato nel medio lungo periodo.

Ma facciamo un ragionamento più semplice.

Decidiamo di aprire un negozio e mettiamo nel nostro progetto alcune step che riteniamo obbligatori:

  • posizione del negozio
  • articoli presenti nel negozio
  • vetrina del negozio sempre nuova
  • insegna del negozio la più grande e luminosa possibile
  • pubblicità, radio, cartelli, volantini, altro

Ora stabiliamo un budget iniziale , diciamo per partire

…”come dite”…

…”nulla”…

Questo negozio mi sa che non aprirà mai…

Cosa c’e’ da capire..

Semplice; sul web succede la stessa cosa, cambiano i nomi, ma non gli step e anche questi step hanno un costo molto simile a quello di un negozio fisico. Chi vi dice che ha un cuggino “che traffica col pc”, vedrete, non andrà da nessuno parte, qui non si tratta di “trafficare” qui si tratta di fare un lavoro serio, progettare un insieme di attività finalizzate alla crescita e alla visibilità del nostro sito (negozio), si tratta di ragionare su articoli, prodotti, su come presentarli su dove presentarli sul capire cosa vuole il consumatore. Si tratta anche volendo di fare del Data Entry mirato, fatto rispettando le regole che ogni buon Seo dovrebbe conoscere, si tratta di fare brand, di vendere prima di tutto l’azienda di renderla appetibile, di rendere l’esperienza dell’utente sul nostro sito indimenticabile, di offrire conoscenza di rendersi indispensabili di rendersi un punto di riferimento, e solo dopo aver fatto tutto questo possiamo sperare di iniziare a vendere. Lo so l’ho buttato giù pesante, ma provate ad aprire un negozio fisico poi ne riparliamo.

Ecco, io da grande voglio fare questo, voglio fare Seo di livello, e voglio avere aziende che riescono a monetizzare grazie a questo lavoro costante nel tempo. Partendo dal Data Entry di qualità, non il copia incolla da un database magari spammando nel web i soliti testi simili ad altri mille mila, partendo prima di tutto e in modo assolutamente sistematico (altrimenti è un lavoro da rifiutare subito), dall’analisi del sito per sistemare prima gli aspetti tecnici.

Questo mi spinge sempre di più a raddoppiare gli sforzi per diventare un buon Seo.

Lo so la strada è molto lunga ed io sono appena all’inizio, ma sono pronto ad investire su me stesso e sento di poter dare molto, ok questa suona come auto-marchetta, evvabbeh.

 

Categorie: SEO

ALESSANDRO ANDREOZZI

...Appassionato di informatica, di tecnologia, di fantasy in ogni sua forma (libri, film, immagini, giochi), di fantascienza, in ogni sua forma. Con un sogno nel cassetto, quello di scrivere qualcosa, per passione, per vivere il sogno...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *